Dipendenze
e
invecchiamento

Stampa Raccomanda Home


Il depistaggio (“screening”) è la presunta identificazione di una malattia o di un disturbo non ancora noti mediante test, analisi o altre procedure caratterizzate da una certa rapidità di esecuzione. Un test di depistaggio permette di distinguere le persone che probabilmente sono colpite da una certa malattia dalle persone che probabilmente non lo sono. Non è concepito come uno strumento diagnostico. Le persone che ottengono un referto positivo o sospetto vanno indirizzate a una/uno specialista che emetterà una diagnosi e consiglierà il necessario trattamento (definizione ripresa dalla Commission on Chronic Illness 1957, citaz. in Rumpf 1999, 15).
 
Utilizzare strumenti di depistaggio consente di proporre una prima valutazione provvisoria e di individuare il tipo di consumo (problematico, rischioso), l’abuso oppure la dipendenza. I risultati non permettono alcuna diagnosi medica, che deve invece essere emessa da uno specialista in conformità a una successiva anamnesi (cfr. diagnostica).
Sul depistaggio si fondano la diagnosi e l’intervento precoci, il cosiddetto “intervento breve” o altre anamnesi. Esso, inoltre, serve per indirizzare la persona verso un trattamento, possibile o necessario (cfr. la scheda “Terapia e consulenza medica”).
 
Diversi sono gli strumenti di depistaggio che possono essere utilizzati per persone anziane; la maggior parte di essi è convalidata per persone fino a 65 o 74 anni (ad es. MALT, LAST, AUDIT). Sovente, tuttavia, non sono pensati appositamente per una popolazione anziana (cfr. anche Singer et al. 2011, 517), a parte il questionario SMAST-G, che si basa sul questionario S-MAST. Sviluppare nuovi strumenti di depistaggio specialmente rivolti alle/agli utenti più anziane/i sarebbe senz’altro positivo, poiché tra chi ha problemi di alcol, figurano non solo persone anziane e da lungo tempo alcoldipendenti, ma anche persone che hanno sviluppato una dipendenza solo a una certa età (cfr. la scheda “Alcoldipendenza tardiva”).

Di seguito si descrivono strumenti di depistaggio che, in base ai più recenti esiti della ricerca, sono utilizzati anche con la popolazione anziana e hanno prodotto buoni risultati.

Questionario SMAST-G (“Short Michigan Alcoholism Screening Test – Geriatric Version”)

Questionario AUDIT-C (“Alcohol Use Disorders Identification Test – Consumption”)

Questionario AUDIT (“Alcohol Use Disorders Identification Test”)

Questionario CAGE (“Cut down, Annoyed, Guilty, Eye-opener”)

Questionario ASSIST (“Alcohol, Smoking and Substance Involvement Screening Test”) che concerne il consumo non solo di alcol, ma anche di tabacco e altre sostanze psicotrope.

 
Sul sito del Servizio di prevenzione del Canton Zurigo (Zürcher Fachstelle zur Prävention des Alkohol- und Medikamenten-Missbrauchs ZüFAM) si trova una documentazione, in lingua tedesca,  sui principali strumenti anamnestici per diversi tipi di dipendenza (alcol, tabacco, farmaci).