Dipendenze
e
invecchiamento

Stampa Raccomanda Home

2_augen.jpg

Con l’invecchiamento il corpo cambia.

Si riduce la quantità di liquidi nel corpo e di conseguenza l’alcol, diluendosi meno, ha effetti più forti. Con lo stesso consumo di prima si raggiunge un tasso alcolemico più alto.

Il fegato impiega più tempo per lo smaltimento, quindi l’alcol rimane nel corpo più a lungo.

In altre parole, con l’età gli effetti dell’alcol sono più accentuati e durano di più. Ciò significa che con l’invecchiamento il consumo può diventare critico anche se rimane agli stessi livelli di sempre.

Non va poi dimenticato che con l’età aumenta anche la probabilità di ammalarsi e di dover assumere dei medicinali. L’alcol può aggravare una malattia e influire sull’efficacia dei farmaci (vedi "Alcol e farmaci").